La poesia dei colori sbagliati

C’era una volta

un bimbo che disegnò
dei fenicotteri blu.

Vivevano sulle sponde
di un grande lago rosa
circondato da gialle savane.

In alto, sul cielo sempre più verde,
un sole amico enorme e bianco disegnò
che tutto abbracciava
gli uccelli, le acque e le lontane montagne.

Quando ebbe finito, dati gli ultimi tocchi
s’alzò dal banco impaziente
e portò il suo capolavoro al maestro.

Lui lo guardò a lungo, poi
lo mostrò al resto della classe
e chiese: “Che voto gli dareste?”

I compagni ridacchiarono
e dissero “zero, maestro, zero!
I colori sono tutti sbagliati!”

E il maestro rispose: “No bambini
si merita un bel dieci, invece
perché ha saputo guardare il mondo
anche con gli occhi della sua fantasia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...